- HOME































 - Ayrton Senna























1
2
3
4 5

FOTOGALLERY


Ayrton Senna  (McLaren-Honda)  Michael Schumacher  (Benetton-Ford)  Gran Premio di Francia, Magny Cours, 1992


Gran Premio del Brasile 1993 - Ayrton Senna saluta sul podio il 5 volte campione del mondo, Juan Manuel Fangio.


Gran Premio di San Marino 1988

Il Gran Premio di San Marino 1988 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 1º maggio 1988 sull'Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Fu la seconda prova del mondiale 1988 e vide la vittoria di Ayrton Senna su McLaren - Honda, seguito da Alain Prost e da Nelson Piquet.

I piloti della McLaren dominarono le qualifiche con una superiorità schiacciante: Senna conquistò la seconda pole position stagionale davanti al compagno di squadra, infliggendo ben tre secondi di distacco al terzo classificato Piquet. Il tre volte Campione del Mondo precedeva Nannini, Berger e Patrese.

Al via Senna mantenne agevolmente il comando della corsa, mentre il suo compagno di squadra Prost partì molto male, dopo aver rischiato addirittura di far spegnere il motore. Il francese rimontò molto rapidamente dalla sesta posizione fino alle spalle del suo compagno di squadra, che però a questo punto era imprendibile; Senna condusse quindi fino al traguardo, vincendo la prima gara con la McLaren davanti a Prost e Piquet. In zona punti chiusero anche le due Benetton di Boutsen e Nannini, separate sul traguardo dalla Ferrari di Berger.



Jim Clark - Monaco 1967

La gara è stata vinta da Denny Hulme (prima vittoria in carriera del pilota neozelandese) davanti a Graham Hill e Chris Amon, ma l'evento è stato funestato dall'incidente mortale di Lorenzo Bandini.

Da segnalare l'esordio di alcune nuove vetture e motori. Su tutti la Eagle T1G con motore V12 Weslake. La McLaren ha definitivamente abbandonato il motore Ford di derivazione Indianapolis, ripiegando sul BRM 8 cilindri con cilindrata di soli 2.1 litri, in attesa di un motore a 12 cilindri, sempre BRM.

  • 1° vittoria per Denny Hulme - 10° pole position per Jack Brabham - 1° podio per Chris Amon
  • 1º Gran Premio per Johnny Servoz-Gavin - Ultimo Gran Premio per Richie Ginther e Lorenzo Bandini



Gran Premio d'Olanda 1967

Il Gran Premio d'Olanda 1967 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 4 giugno 1967 sul Circuito di Zandvoort. Fu la terza prova del mondiale 1967
e segnò il debutto della nuova Lotus 49 e del suo motore Ford Cosworth DFV V8 3 litri
.

Jim Clark, Jo Siffert, Jack Brabham e Jackie Stewart durante la gara

La presenza in pista di un commissario di gara al momento della partenza impedì a Hulme di scattare ben al via, permettendo a Hill di prendere il comando davanti a Brabham e Gurney. Alla fine del primo giro aveva già due secondi di vantaggio su Brabham, Rindt, risalito al terzo posto, e Gurney in quarta.

A causa di alcune noie al motore e di una fermata ai box con conseguente perdita di tempo, Gurney finì fuori dal gruppo di testa. Nel frattempo, Clark aveva superato la Ferrari di Chris Amon sotto la pressione di Hulme.

Brabham prese il comando della gara all'undicesimo giro, dopo che la Lotus di Hill era improvvisamente diventata lenta e alla fine era stata ritirata. Clark sorpassò Rindt al quindicesimo giro, per poi prendere la testa al giro successivo e non cedere più il comando fino al traguardo. Il GP vide la vittoria di Jim Clark su Lotus-Ford, seguito dal campione del mondo in carica Jack Brabham e dall'allora capoclassifica del mondiale Denny Hulme, entrambi su Brabham-Repco.



Il Gran Premio del Belgio 1973, XXXI Grote Prijs van Belgie, valido quale Gran Premio d'Europa e quinta gara del campionato
di Formula 1 del 1973
, si è disputato il 20 maggio sul circuito di Zolder ed è stato vinto da Jackie Stewart su Tyrrell-Ford Cosworth.



Ayrton Senna - McLaren MP4/8 - Gran Premio del Brasile1993, Interlagos



Il Gran Premio di Svezia 1974, X Texaco Sveriges Grand Prix di Formula 1 e settima gara del campionato di Formula 1 del 1974, si è svolto il 9 giugno sul circuito di Anderstorp ed è stato vinto da Jody Scheckter su Tyrrell-Ford Cosworth, prima vittoria in carriera del pilota sudafricano.


Vintage Paddock

Il Gran Premio di Francia 1960 si è svolto domenica 3 luglio 1960 sul circuito di Reims. La gara è stata vinta da Jack Brabham seguito da Olivier Gendebien e da Bruce McLaren, tutti al volante di una Cooper. Il Gran Premio di Monaco 1960 si è svolto domenica 29 maggio 1960 sul circuito di Montecarlo. La gara è stata vinta da Stirling Moss su Lotus seguito da Bruce McLaren su Cooper e da Phil Hill su Ferrari. Fu la prima vittoria in Formula 1 per l'auto costruita da Colin Chapman.


Andrea de Cesaris, Brabham-BMW - GP Silverstone. 1987


Gran Premio degli Stati Uniti d'America-Est 1979

Il Gran Premio degli Stati Uniti d'America-Est 1979 è stata la quindicesima, e ultima, prova della stagione 1979 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa domenica 7 ottobre 1979 sul Circuito di Watkins Glen. La gara è stata vinta dal canadese Gilles Villeneuve su Ferrari; per il vincitore si trattò del quarto successo nel mondiale.
Ha preceduto sul traguardo i francesi René Arnoux su Renault e Didier Pironi su Tyrrell-Ford Cosworth. Inoltre è stata l'ultima gara per Jacky Ickx, Hans-Joachim Stuck e, tra i team, per la Wolf.

La partenza della gara, prevista inizialmente per le 14:35, venne anticipata di mezz'ora per evitare che vi fosse la sovrapposizione con la visita di Papa Giovanni Paolo II a Washington.

La Brabham confermò l'impiego, anche per questo gran premio, dell'argentino Ricardo Zunino. Era stata anche ventilata la possibilità che la casa inglese potesse far debuttare Alain Prost, pilota francese vincitore della F3 francese ed europea della stagione. Anche la McLaren aveva anche proposto al francese la sua vettura, ma Prost aveva declinato l'offerta, ritenendo che un debutto prematuro sarebbe stato un errore, a causa della mancanza di preparazione specifica.

Il gran premio venne definito degli Stati Uniti-Est, per distinguerlo da quello corso a Long Beach, in aprile, anche se il suo nome ufficiale era United States Grand Prix. A differenza del gran premio precedente tutte le 30 vetture iscritte vennero fatte partecipare alla gara, senza nessuna necessità di effettuare prequalifiche, come era stato prospettato in Canada.

Nelle due ore di prove libere concesse dagli organizzatori al giovedì, il miglior tempo venne fatto da Alan Jones su Williams in 1'36"6, davanti a Jean-Pierre Jabouille, staccato di 4 decimi.



Carlos Pace - Gran Premio del Brasile, Interlagos 1974

Graham Hill, pilota più anziano del circus, coi sui 44 anni, fu eletto nuovo presidente dell'associazione dei piloti, in luogo di Denny Hulme.
Rikky von Opel, che non aveva preso parte al precedente gran premio, decise di abbandonare definitivamente l'Ensign, che così non partecipò alla gara, e decise di rinviare il suo ritorno in F1 alla stagione europea.

  • 10° vittoria per Emerson Fittipaldi - Ultimo Gran Premio per Peter Revson - 10° vittoria per la McLaren - 68° vittoria per il motore Ford Cosworth


Stirling Moss, Maserati, Gran Premio di Gran Bretagna 1954 Silverstone. 


Gran Premio di Spagna 1974

Il Gran Premio di Spagna 1974 è stata la quarta prova della stagione 1974 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa domenica 28 aprile 1974 sul Circuito permanente del Jarama, posto nelle vicinanze di Madrid. 

La gara è stata vinta dall'austriaco Niki Lauda su Ferrari; per il vincitore si trattò del primo successo nel mondiale. Ha preceduto sul traguardo lo svizzero Clay Regazzoni, anch'egli su Ferrari e il brasiliano Emerson Fittipaldi su McLaren-Ford Cosworth.

Per la Scuderia Ferrari si trattò della cinquantesima vittoria nel campionato mondiale di Formula 1. Niki Lauda ottenne, in questa gara, un hat trick, conquistando pole position, giro veloce in gara e vittoria.


La pista del Jarama subì profondi cambiamenti, rispetto all'ultima edizione del gran premio qui tenuta, nel 1972. La larghezza del tracciato fu aumentata e furono posizionate delle barriere di sicurezza ai bordi della pista.

La Tyrrell presentò il modello 007, elaborato da Derek Gardner. La scuderia britannica affidò l'unico modello presente a Jody Scheckter, mentre Patrick Depailler proseguì a utilizzare la vecchia 006.

Esordì nel campionato mondiale la Amon col modello AF101. Concepita da Gordon Fowell, la monoposto si ispirava alla March 731 e alla Lotus 72E. Fece il suo esordio in una gara iridata anche la Trojan-Tauranac Racing, scuderia legata alla casa automobilistica britannica Trojan, con la T103: si trattava originariamente di una vettura di Formula 5000, adattata alla F1, concepita da Ron Tauranac.
  • 1° vittoria per Niki Lauda - 1º giro più veloce per Niki Lauda
  • 50° vittoria per la Ferrari - 40° podio per la McLaren - 1º Gran Premio per la Amon e per la Trojan


Lotus - GP di Silverstone entrambe su pneumatici a basso profilo.



Il Gran Premio del Sudafrica 1976 è stata la seconda prova della stagione 1976 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa sabato 6 marzo 1976 sul Circuito di Kyalami. La gara è stata vinta dall'austriaco Niki Lauda su Ferrari; per il vincitore si trattò del nono successo nel mondiale


Gran Premio di Spagna 1975

Il Gran Premio di Spagna 1975 è stata la quarta prova della stagione 1975 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa domenica 27 aprile 1975 sul Circuito del Montjuïc a Barcellona. La gara è stata vinta dal tedesco Jochen Mass su McLaren-Ford Cosworth; per il vincitore si trattò del primo, e unico, successo nel mondiale. Ha preceduto sul traguardo il belga Jacky Ickx su Lotus-Ford Cosworth e l'argentino Carlos Reutemann su Brabham-Ford Cosworth.

La gara venne interrotta dopo 29 giri per un incidente accorso alla Hill di Rolf Stommelen, che piombò sugli spettatori, provocando quattro vittime. Solo la metà dei punti venne assegnata. Lella Lombardi, giungendo sesta, fu la prima donna pilota a ottenere punti iridati. A causa dell'interruzione la gara durò solo 42 minuti, 53 secondi e 700 millesimi, risultando così la più corta della storia del mondiale, fino al Gran Premio d'Australia 1991.


Qualche settimana prima del gran premio il Montjuïc, zona nella quale veniva allestito il tracciato provvisorio che ospitava il gran premio, venne visitato da Jean-Pierre Beltoise, in rappresentanza della GPDA e da un ingegnere della CSI, che suggerirono di alzare una terza fascia di guard rails nei punti più esposti del tracciato.
Già al mercoledì scoppiarono le polemiche sulla sicurezza del circuito. I piloti membri della GPDA criticarono il modo con cui erano stati montati i guardrail. Decisero perciò di scendere in sciopero e boicottare le prove.
La Hill ribattezzò ufficialmente la Lola T371, utilizzata nel Gran Premio del Sudafrica, col proprio nome di Hill GH1, debuttando perciò come costruttore, in una gara valida per il mondiale; la casa inglese aveva già utilizzato il proprio nome nella Race of Champions. La Williams presentò il modello FW4, affidato al solo Arturo Merzario.




Il Gran Premio di Germania 1965 fu la settima gara della stagione 1965 del Campionato mondiale di Formula 1, disputata il 1º agosto sul Circuito del Nürburgring. La corsa vide la vittoria di Jim Clark su Lotus-Climax, seguito da Graham Hill su BRM e da Dan Gurney su Brabham-Climax.
A fine gara Jim Clark e la Lotus si laurearono Campioni del Mondo di F1 con tre Gran Premi di anticipo sulla fine del Campionato.




Enzo Ferrari 1976


Ayrton Senna - Lotus-Renault-Gran Premio del Portogallo  Estoril,-1985   AyrtonSenna  - McLaren MP4/4 Honda RA168E 1.5 V6t.- GP Detroit 1988


 Zeltweg 1970


Il Gran Premio d'Italia 1961 si svolse domenica 10 settembre 1961 all'Autodromo Nazionale di Monza. La gara fu vinta da Phil Hill su Ferrari,
che segnò la sua ultima vittoria in carriera oltre a laurearsi campione del mondo.
  • 1° e unico titolo Mondiale per Phil Hill - 3ª e ultima vittoria per Phil Hil - 1° e unica pole position per Wolfgang von Trips
  • 1° e unico giro più veloce per Giancarlo Baghetti - 1º Gran Premio per Roberto Bussinello, Ricardo Rodríguez, Nino Vaccarella e Roberto Lippi
  • 1° e unico Gran Premio per Mennato Boffa, Renato Pirocchi e Gaetano Starrabba
  • Ultimo Gran Premio per Jack Fairman, Wolfgang von Trips, Henry Taylor e Massimo Natili


Gran Premio del Sudafrica 1985

Gran Premio del Sudafrica 1985Il Gran Premio del Sud Africa è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 19 ottobre sul circuito di Kyalami.
 La gara è stata vinta da
Nigel Mansell, accanto al suo compagno di squadra Keke Rosberg e Alain Prost.

Al via Mansell mantenne il comando della gara, mentre Rosberg partì male, perdendo diverse posizioni; il finlandese rimontò rapidamente, prendendo addirittura il comando della corsa all'ottavo giro. Il pilota della Williams uscì di pista dopo essere scivolato su dell'olio perso da un'altra vettura, rientrando in corsa in quinta posizione.

Durante i primi passaggi ci furono diversi ritiri, compresi quelli di Senna e Piquet, entrambi costretti ad abbandonare per via della rottura del motore; questo permise a Prost e Lauda di salire fino al secondo e terzo posto, prima di essere sopravanzati dal rimontante Rosberg.

Mansell condusse fino al termine, vincendo per la seconda volta consecutiva davanti al compagno di squadra Rosberg e a Prost. Per la Williams si trattò della prima doppietta dal Gran Premio del Brasile 1981. Johansson approfittò dei ritiri di Lauda e De Angelis per conquistare il quarto posto, precedendo sul traguardo le due Arrows di Berger e Boutsen.



1981 - Nigel Mansell - Lotus-Ford 87 - Gran Premio di Francia - Digione


Il gran premio è stato sempre ospitato nelle strade adiacenti il lungomare della località californiana di Long Beach.



Gran Premio d'Australia 2002

Il Gran Premio d'Australia 2002 è stato un Gran Premio di Formula 1 disputato il 3 marzo 2002 sul circuito Albert Park a Melbourne. La gara fu vinta da Michael Schumacher su Ferrari, davanti a Juan Pablo Montoya su Williams - BMW e a Kimi Räikkönen su McLaren - Mercedes. In questa occasione fecero il loro debutto in Formula 1 Felipe Massa, Mark Webber,
Takuma Satō e Allan McNish, oltre al team Toyota.

I primi sette minuti della sessione furono resi in pratica nulli dalla bandiera rossa esposta per via della vettura di Takuma Satō, rimasta ferma in mezzo alla pista a causa di un'avaria al cambio. Dopo circa venticinque minuti di prove regolari, sul tracciato cominciò a cadere la pioggia, congelando di fatto la situazione. Si trovò quindi in pole position Barrichello, tra i pochi ad aver effettuato due tentativi completi nella ricerca del tempo migliore. Il brasiliano staccò di appena cinque millesimi il compagno di squadra Michael Schumacher, nettamente più veloce dei rivali nell'ultimo settore della pista, ma costretto a rinunciare al proprio primo tentativo a causa della bandiera rossa. Alle spalle dei ferraristi si piazzarono, nell'ordine, Ralf Schumacher, Coulthard, Räikkönen e Montoya, seguiti da Trulli, Fisichella e dalle due Sauber di Massa e Heidfeld.

Le debuttanti Toyota si dimostrarono discretamente competitive, permettendo a Salo e McNish di segnare rispettivamente il quattordicesimo ed il sedicesimo tempo. Risultarono invece in grande difficoltà le Jaguar, con Irvine e de la Rosa relegati in penultima fila e preceduti anche da Webber con la Minardi. In fondo al gruppo, Sato non riuscì a completare giri cronometrati sul tracciato asciutto, rimanendo abbondantemente al di fuori del 107%. Il pilota giapponese fu comunque ammesso a partecipare alla gara per via dei tempi ottenuti durante le prove libere, che gli avrebbero consentito di rientrare nei limiti.




Il Gran Premio degli Stati Uniti d'America-Ovest 1982 è stata la terza prova della stagione 1982 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa domenica 4 aprile 1982 sul Circuito di Long Beach. La gara è stata vinta dall'austriaco Niki Lauda su McLaren-Ford Cosworth; per il vincitore si trattò del diciottesimo successo nel mondiale, il primo dal suo rientro nelle competizioni. Ha preceduto sul traguardo il finlandese Keke Rosberg su Williams-Ford Cosworth e l'italiano Riccardo Patrese su Brabham-Ford Cosworth.




Il Gran Premio del Sudafrica 1982 è stata la prima prova della stagione 1982 del Campionato mondiale di Formula 1. Si è corsa sabato 23 gennaio 1982 sul Circuito di Kyalami. La gara è stata vinta dal francese Alain Prost su Renault; per il vincitore si trattò del quarto successo nel mondiale



Il Gran Premio d'Australia 1989 fu il sedicesimo ed ultimo appuntamento della stagione di Formula 1 1989. Disputatosi il 5 novembre sul Circuito di Adelaide, ha visto la vittoria di Thierry Boutsen su Williams - Renault, seguito da Alessandro Nannini e da Riccardo Patrese.


Gran Premio del Portogallo 1988

Il Gran Premio del Portogallo 1988 fu una gara di Formula 1, disputatasi il 25 settembre 1988 sul Circuito di Estoril.
Fu la tredicesima prova del mondiale 1988 e vide la vittoria di Alain Prost su McLaren - Honda, seguito da Ivan Capelli e da Thierry Boutsen.

Dopo una prima procedura di partenza annullata per un incidente in mezzo al gruppo, al via Senna scattò meglio del compagno di squadra, superandolo alla prima curva e prendendo il comando. Prost reagì immediatamente, affiancando il brasiliano sul rettilineo principale al termine del primo passaggio e sopravanzandolo, nonostante questi l'avesse stretto contro il muretto dei box, manovra aspramente criticata dal francese a fine gara.

A questo punto Prost prese il largo, mentre Senna dovette rallentare a causa di un consumo eccessivo di carburante; il brasiliano fu sorpassato da Capelli e Berger, cominciando poi un lungo duello con Mansell, che si concluse quando l'inglese tamponò la McLaren del rivale durante un doppiaggio. Senna fu costretto a tornare ai box, perdendo ulteriore terreno. Prost controllò i rivali fino al traguardo, vincendo davanti al sorprendente Capelli; terzo giunse Boutsen, che chiuse davanti a Warwick, Alboreto (rimasto praticamente senza benzina nelle ultime curve) e Senna.